venerdì 4 novembre 2011

A passeggio con i cani: il Dog Walking


foto by piermario


L’attività di Dog Walking è molto più del semplice accompagnamento del cane per la passeggiatina quotidiana. Per svolgere questa attività bisogna davvero essere amanti degli animali in generale e dei cani in particolare ed essere capaci di lavorare in proprio, quindi è necessario essere organizzati, professionali ma anche orientati al cliente.

Prima di iniziare, è bene domandarsi quanto tempo si può o si vuole dedicare a questa attività. Ci si può organizzare per fornire un servizio part-time, ma il lavoro potrebbe divenire anche full-time se ben gestito. Si tratta certo di un lavoro adatto ai giovani, magari studenti, che vogliano guadagnare qualche euro tra un esame universitario e l’altro. In questo caso il suggerimento è quello di preparare volantini da distribuire nel quartiere o da lasciare ai negozianti della zona. Ma è un’attività che può certo essere svolta a qualsiasi età.

L’importante è amare i cani, perché questi avvertono le sensazioni positive o negative nei loro confronti e non sarebbe per nulla semplice lavorare con loro se non ci si sente a proprio agio.

È quindi necessario riflettere bene su alcuni punti

o    Sapete tutto il possibile riguardo ai cani? L’esperienza diretta a volte non basta, serve anche leggere e confrontarsi con persone che fanno già questo lavoro, che allevano cani o sono semplici appassionati.

o    Con quanti cani siete capaci di camminare contemporaneamente? Alcuni Dog walker sono in grado di portare a passeggio anche 10 cani di diverse razze e taglie. Pensate bene a questo aspetto (anche in base alla vostra statura e forza fisica).

o    Sapete quali tipi di cani sono compatibili gli uni con gli altri? E’ importante impararlo prima di portarli a passeggio tutti insieme.

o    Sapete cosa fare se un cane è in calore? Bisogna essere preparati in questi casi.

o    Sapete come comportarvi con cani aggressivi nei vostri confronti o verso le persone che passeggiano lungo la strada?

o    Siete capaci di raccogliere gli escrementi dei cani? La domanda non sarà molto fine, ma sicuramente pratica.

o    Siete aggiornati riguardo alle leggi relative? Mostrandovi ben informati verso i clienti vi mostrerete più professionali.

Oltre ad avere a che fare con i cani, bisogna poi prepararsi ad avere a che fare con i padroni, che spesso hanno molte e diverse aspettative, basate sulla loro personale esperienza nell’accudire i propri animali. Bisogna avere pazienza e saper negoziare.

Un altro aspetto importante è quello di sapersi prendere cura dei cani in caso di malattia, ferite o incidenti. E’ bene istruirsi riguardo a come dare un primo soccorso agli animali, magari chiedendo ad un veterinario un breve corso di formazione. Vi aiuterà a superare eventuali momenti difficili, anche legati semplicemente a morsi ricevuti o dati ai passanti.

Ecco alcuni suggerimenti utili per chi sia interessato ad iniziare l’attività

o    Portate con voi acqua a sufficienza e ciotole per versarla in abbondanza.

o    Prendete guinzagli, collari, giocattoli ed altri oggetti utili di scorta. Avere uno zaino dove riporre tutto può essere una buona idea.

o    Non dimenticate biscotti e croccantini.

o    Portatevi sempre una giacca anti vento ed anti pioggia.

o    Accertatevi di essere nella forma fisica necessaria. Potrebbe non essere uno scherzo.

o    Tenete un quaderno o un’agenda con i numeri di telefono dei proprietari, che può anche servire per annotare i comportamenti dei cani

Si deve avere un’assicurazione. Non si sa mai che cosa possa succedere.

Cercate di essere il più professionali possibile, considerando che avrete accesso alle case dei vostri clienti. Per promuovere la propria attività ed avere un’immagine più professionale, può essere utile dotarsi di biglietti da visita, fornendo qualche dettaglio in più rispetto all’attività che si andrà a svolgere. A tal fine può essere utile dotarsi di un sito web, all’interno del quale indicare dove potranno essere accompagnati i cani, come verranno fatti giocare, quali attenzioni verranno poste all’alimentazione ed alle cure mediche. Certo il passaparola dei clienti e dei vicini è importante. Si può tradurre anche sul web, attraverso i nuovi canali di comunicazione online.

Ampliando il proprio raggio d’azione, proponendosi cioè anche per zone diverse dalla propria, magari con l’aiuto di collaboratori, il business potrebbe crescere. Allora bisognerà intervistare altri dog sitter, fare una prova per controllare la loro affidabilità, formarli se necessario per allinearli al proprio approccio.

Infine, idee in più per arricchire la propria offerta, possono essere

o    Lavaggio dei cani e toelettatura

o    Corsi di formazione per cani (bisogna essere qualificati per farlo)

o    Ascolto dei cani (serve qualificazione)

o    Spendere tempo aggiuntivo dopo il passeggio con il singolo cane per il gioco o altre attività

o    Accudire i cani in caso di malattia (i padroni non sempre possono stare a casa dal lavoro per medicarli)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails