lunedì 29 novembre 2010

Il mondo invecchia? Assistiamolo.


Già da molto tempo si parla dell’invecchiamento della popolazione italiana. Chi, però, ha realmente pensato di entrate in questo campo per farne una professione? Tutti possono infatti intraprendere il lavoro di “assistente agli anziani”, senza alcun limite di età e senza che venga richiesto alcun titolo di studio.

Ci sono vari corsi di formazione che permettono di acquisire un preciso profilo professionale, in modo da presentarsi preparati: servono infatti conoscenze sugli aspetti fondamentali della cura dell’anziano e/o del malato, dei comportamenti etici da seguire e della responsabilità del proprio ruolo rispetto all’anziano e/o malato.

E’ importante avere una buona conoscenza delle problematiche relative alla senilità, non solo per poter interfacciarsi meglio con l’assistito, ma anche per essere davvero in grado di gestire la situazione. Pensiamo all’igiene personale, alla capacità di individuare malattie e di segnalarle, all’igiene ed alla gestione della casa e delle spese, del tempo libero, piuttosto che alla più complessa assistenza ai portatori di handicap, alla capacità di adottare i comportamenti giusti in caso di emergenza.

Parte importante di questo mestiere consiste anche nello sviluppo della socializzazione dell’anziano, accompagnandolo o aiutandolo ad intrattenere contatti con il quartiere o con i centri presenti sul territorio di riferimento.

Ecco dove trovare corsi per specializzarvi in questo campo.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails